FIGC SARDEGNA

LEGA NAZIONALE DILETTANTI

Circolare N° 47

È stata elaborata dal Centro Studi Tributari della L.N.D. la circolare n. 30-2021 FIGC che ha ad oggetto il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 20 settembre 2021 – Criteri e tempistiche per l’assegnazione dei contributi a fondo perduto ex art. 10, comma 6, del D.L. n. 73/2021 – Sostegni-bis –

Il 6 ottobre 2021 la Corte dei Conti ha registrato il DPCM 20 settembre 2021, che individua, ai fini dell’attuazione del comma 6 del D.L. 25 maggio 2021, n. 73, convertito, con modificazioni, dalla Legge 23 luglio 2021, n. 106, i criteri di gestione delle risorse del “Fondo unico per il sostegno delle Associazioni e Società Sportive Dilettantistiche” istituito ai sensi dell’art. 3 del D.L. n. 137/2020, convertito dalla Legge 18 dicembre 2020, n. 176.

Il DPCM è in corso di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Il Fondo eroga contributi a fondo perduto alle ASD e SSD che abbiano sospeso l’esercizio dell’attività sportiva in ragione delle misure anti COVID-19 e che abbiano continuato a sostenere per il 2021 il costo del canone di locazione o concessione degli impianti/strutture sportivi. La dotazione del Fondo è incrementata di 190 milioni di euro per l’anno 2021 da destinarsi, per un importo pari a 90 milioni di euro (comma 2 del DPCM – agli interventi in favore delle ASD e SSD iscritte nel Registro CONI, in possesso di uno o più dei seguenti requisiti:
a) essere iscritta al Registro CONI alla data del 31 gennaio 2021;
b) essere affiliata a un organismo riconosciuto dal CONI (federazione Sportiva Nazionale, DSA, EPS);
c) essere titolare di uno o più contrati di locazione, intestati esclusivamente alla ASD/SSD come parte conduttore, con destinazione d’uso strumentale prevalentemente sportiva, aventi ad oggetto unità immobiliari site nel territorio italiano e correttamente identificate al NCEU, regolarmente registrati presso l’Agenzia delle Entrate;
d) essere titolari di uno o più contratti di concessione di impianto pubblico/area demaniale;
e) essere in regola con le autorizzazioni amministrative e sanitarie per lo svolgimento delle attività sportive dilettantistiche richieste dal Comune dove ha sede l’impianto oggetto della domanda;
f) avere almeno un istruttore in possesso di laurea in Scienze Motorie o di diploma ISEF o, in alternativa, in possesso della qualifica di tecnico/istruttore rilasciata dal CONI o dagli organismi affiliati riconosciuti dal CONI a cui aderisce la ASD/SSD.

Le risorse di 90 milioni di euro sono destinate prioritariamente all’erogazione di contributi a fondo perduto in favore delle ASD/SSD già beneficiarie di erogazione di contributi a fondo perduto effettuate dal Dipartimento per lo Sport nel corso del 2021, secondo il seguente schema:
a) un importo massimo pari ad euro 36.700,00 è destinato al finanziamento delle ASD/SSD aventi un contratto di locazione;
b) un importo massimo apri a euro 53.300,00 è destinato al finanziamento delle ASD/SSD, non intestatarie di contratti di locazione;
c) successivamente, in caso di risorse residue, il Capo del Dipartimento per lo Sport può emanare uno o più avvisi pubblici per l’individuazione di ulteriori benefici.

Il Dipartimento per lo Sport provvede all’erogazione delle risorse spettanti a ciascun beneficiario attraverso bonifico bancario. In particolare, come è riportato al riguardo sul sito del Dipartimento per lo Sport, trattasi della prima parte della cosiddetta seconda tranche del contributo a fondo perduto relativo all’anno 2021 e sono destinati alle oltre 35.000 ASD/SSD già beneficiarie per i bandi del 2020 emanati dal Dipartimento per lo Sport.

Le ASD/SSD ammesse al contributo “canoni di locazione”, precisa il Dipartimento per lo Sport, riceveranno un importo pari a 1,5 mensilità di canone locativo sulla base del valore del canone annuale di locazione fornito nella domanda già compilata per l’anno 2020, individuando una soglia minima di contributo pari a 2.200,00 e una soglia massima pari a 30.000,00. Invece, le ASD/SSD ammesse al contributo “forfettario” riceveranno ciascuna un contributo forfettario pari a € 2.200,00.

La conclusione delle procedure amministrative è prevista, come si rileva dal sito del Dipartimento per lo Sport, entro la fine del mese di ottobre e contestualmente sarà pubblicato sul sito dello stesso Dipartimento l’elenco delle ASD/SSD con i singoli importi assegnati.

Il Dipartimento per lo Sport effettua controlli a campione, ai fini della verifica dei requisiti e delle autodichiarazioni rese e del controllo delle spese effettuate.

Condividi questa news

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su email

Questo sito web utilizza i cookie.

Utilizziamo i cookie all'unico scopo di di monitorare la quantità di visite al sito in forma anonima e per migliorare l'esperienza utente.